Italian English French German Portuguese Russian Spanish
STAMPA DIGITALE DIRETTAMENTE SU VETRO Solo Masi Glass garantisce un ampissima scelta di modelli già pronti per la stampa digitale su vetro, e come se tutto ciò non bastasse, offriamo la possibilità di creare grafiche personalizzate, partendo da semplici idee del cliente, o da bozzette create... More detail
Il Vetro per l'ottimizzazione della domotica Si chiama Gorilla Glass è un vetro speciale... More detail
MASI GLASS REGALA UN MAC BOOK PRO ed OFFRE LAVORO. Grande iniziativa della vetreria Masi ormai... More detail
Abbiamo avuto modo di notare una fantastica opera del Designer Milanese Daniele Ragazzo, ed... More detail
VIENI PRESSO LA NOTRA SEDE E PRESENTA IL CODICE PROMOZIONALE NEL MOMENTO DELL'ORDINE: VIA LUCIO... More detail

CLICCA ORA MI PIACE

Martedì, 28 Aprile 2015 12:01

NUOVE TECNOLOGIE RENDONO IL VETRO PIU' RESISTENTE DELL'ACCIAIO

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Vetro più resistente dell’acciaio

Il vetro diventa flessibile e indistruttibile.

I vetri che vanno in frantumi sono un ricordo del passato. Un team di ricercatori americani ha sviluppato un tipo di vetro più forte e duro di qualsiasi altro materiale conosciuto grazie a una microlega in palladio.

 

“La microlega in palladio rende il vetro flessibile e in grado di resistere agli stress”

 

Indistruttibile - Un gruppo di ricercatori del Lawrence Berkeley National Laboratory del Dipartimento dell'Energia statunitense e del California Institute of Technology ha sviluppato un tipo di vetro metallico con un “cocktail” di ingredienti in grado di renderlo più resistente agli urti e più duro rispetto a qualsiasi altro materiale conosciuto. Il suo segreto è una microlega in palladio che neutralizza la fragilità del vetro rendendolo “plastico”, quindi in grado di rispondere agli stress piegandosi anziché andando in mille pezzi. Il vetro, infatti, ha una struttura amorfa, non-cristallina, che lo rende forte ma poco resistente a crepe e rotture.

Cocktail speciale - Siamo solo agli inizi, racconta Robert Ritchie del Berkeley Lab. I primi esperimenti per realizzare il nuovo vetro metallico sfruttavano una microlega di palladio arricchita con fosforo, silicio e germanio, in grado di realizzare aste di vetro di circa millimetro. L’aggiunta dell’argento ha permesso ai ricercatori di aumentare il diametro fino a sei millimetri. La dimensione del vetro è al momento limitata dalla necessità di raffreddare rapidamente o “spegnere” i metalli liquidi per ottenere una struttura amorfa definitiva. La regola generale per realizzare questo vetro metallico, continua Ritchie, è usare un mix di almeno cinque elementi in modo che quando spegniamo il materiale e, non sapendo quale struttura cristallina formare, adotta quella amorfa predefinita.

Read 371587 times Last modified on Mercoledì, 29 Aprile 2015 07:54
item->params->get('itemTwitterButton',1)): ?>
item->params->get('itemFacebookButton',1)): ?>
item->params->get('itemGooglePlusOneButton',1)): ?>
echo JModuleHelper::renderModule($module, $attribs);

Related items

Login to post comments

Accedi o Registrati